ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Migranti: nuovi arrivi in Slovenia, oltre mille su treno dalla Croazia

In Slovenia, nuovo Paese di transito, arriva un altro gruppo di migranti. Oltre mille sono giunti domenica mattina a Sredice ob Dravi su un treno

Lettura in corso:

Migranti: nuovi arrivi in Slovenia, oltre mille su treno dalla Croazia

Dimensioni di testo Aa Aa

In Slovenia, nuovo Paese di transito, arriva un altro gruppo di migranti. Oltre mille sono giunti domenica mattina a Sredice ob Dravi su un treno partito dalla Croazia. In autobus vengono poi trasferiti nei centri per l’identificazione. Ieri in Slovenia erano arrivati circa 3000 profughi, una parte ha poi oltrepassato il confine con l’Austria. Lubiana ha assicurato di poter accogliere 2000-2500 migranti al giorno.

La rotta di chi fugge da povertà e conflitti è cambiata da quando l’Ungheria nella notte tra venerdì e sabato ha chiuso la frontiera con la Croazia dopo aver completato una barriera come quella eretta al confine con la Serbia.

Letenye è uno dei due punti di passaggio che restano aperti per chi ha documenti in regola, mentre i migranti senza visto vengono respinti. “Negli ultimi giorni nel nostro paese sono stati dispiegati molti poliziotti – racconta il sindaco, Szilárd Farkas – abbiamo messo a loro disposizione diversi alloggi. Adesso sono di turno al ponte sul fiume Mura, al vecchio valico di frontiera”.

Tra gli abitanti della località di frontiera c‘è chi preferisce essere protetto invece di accogliere, un atteggiamento di chiusura che riflette quello del governo ungherese. “Finora non abbiamo visto migranti – dice una residente di Letenye – spero di non vederne in futuro. I soldati vanno e vengono, ma non accade nulla, per fortuna, spero che le cose non cambino”.

Budapest ha anche deciso di ripristinare temporaneamente i controlli alla frontiera con la Slovenia, che a differenza della Croazia e come l’Ungheria fa parte della zona Schengen. La polizia controlla le auto ed è stato portato del filo spinato.