ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venezuela: in tribunale l'oppositore Rosales, arrestato dopo 6 anni di esilio

Udienza lampo in Venezuela per l’oppositore Manuel Rosales, arrestato giovedì all’aeroporto di Maracaibo, dove era rientrato dopo sei anni di esilio

Lettura in corso:

Venezuela: in tribunale l'oppositore Rosales, arrestato dopo 6 anni di esilio

Dimensioni di testo Aa Aa

Udienza lampo in Venezuela per l’oppositore Manuel Rosales, arrestato giovedì all’aeroporto di Maracaibo, dove era rientrato dopo sei anni di esilio.

L’ex candidato alla Presidenza, accusato di corruzione, è stato ascoltato in tribunale a Caracas nella notte tra venerdì e sabato. La settimana scorsa Rosales aveva annunciato il proprio ritorno per contribuire alla vittoria del suo partito, “Un tempo nuovo”, alle politiche del 6 dicembre.

“Per il nostro partito – dice il suo presidente Enrique Marquez – il ritorno di Rosales riassume la nostra politica: il Venezuela ha un futuro e una speranza, questa nascerà il 7 dicembre, il giorno dopo le elezioni”.

Rosales, dichiarato quest’anno ineleggibile per sette anni e mezzo dalle autorità venezuelane, era oggetto di un mandato di arresto dal 2009 quando scelse l’esilio in Perù (da dove poi si è spostato a Panama e Aruba).

Il politico sconfitto nel 2006 alle elezioni da Hugo Chavez è accusato di essersi arricchito illegalmente durante il suo mandato di governatore dello Stato di Zulia (che ha guidato dal 2000 al 2008), la cui capitale è Maracaibo di cui Rosales è stato sindaco due volte (dal 1996 al 2000 e dal 2008 al 2009).