ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L' ITU Telecom World a Budapest

Lettura in corso:

L' ITU Telecom World a Budapest

Dimensioni di testo Aa Aa

Quest’anno il meeting dell’ITU Telecom World (International Telecommunications Union) 2015 si è tenuto a Budapest. L’ ITU è l’agenzia specializzata

Quest’anno il meeting dell’ITU Telecom World (International Telecommunications Union) 2015 si è tenuto a Budapest.
L’ ITU è l’agenzia specializzata delle Nazioni Unite per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione che forte di 193 stati membri guida l’innovazione nel settore. L’organismo ha 150 anni e all’inizio si chiamava International Telegraph Union.

Houlin Zhao, Segretario Generale dell’ITU: “150 anni fa l’Ungheria era già membro dell’ ITU. Questo è il primo anno in cui si cerca di ripensare la piattaforma ITU per sostenere le Piccole e medie imprese. Sono molto lieto del sostegno dei membri venuti qui per il lancio di una piattaforma internazionale che conduca qui le piccole e medie imprese, insieme ai loro governi, per discutere del futuro dell’ Information and Communication Technology”.

Visto che il futuro di internet è sul tappeto si è discusso se il web debba globalmente essere libero oppure possa rimanere un buon business per molte aziende.

Andrea Hajagos, euronews: “Questo evento a Budapest è fondamentalmente un raduno di professionisti, ma è anche un vantaggio per coloro come me che vengono ad ammirare le innovazioni tecniche”. .. come questa serratura di sicurezza della Corea col riconoscimento dell’iride.

O le nocità di questa azienda ungherese che si occupa di ologrammi in 3D e che sta creando una nuova tecnologia per la navigazione.

Gáspár Balogh, manage Holografika Ltd.: “Non è che un tappeto rosso per i conducenti a cui si mostra dove andare, così non bisogna pensare, se girare alla terza uscita, non si deve prestare attenzione ai messaggi vocali non è che un realtà aumentata con cartelli che appaiono sulla strada”.

Ecco una buona soluzione per chi va solo sulla spiaggia e non vuole lasciare i suoi oggetti personali abbandonati sotto l’ombrellone.

Balázs Csapó, chief designer: “Abbiamo pensato di creare una cassaforte portatile a forma di uovo che sia possibile affittare in spiaggia per il costo di una birra e vi si possano chiudere dentro tutti i vostri oggetti di valore”.

Una SIM collegata al GPS segnala se in vostra assenza l’uovo viene rubato o spostato.

Ecco un semplice gioco sul computer che è stato architettato da una ragazzina di 11 anni.

Míra Szelle-Fábián, programmatrice in erba: “Il tempo della concezione del gioco dipende dalla complesità che gli si vuole dare. Se vuoi solo che il giocatore salti lo si fa in 10 minuti o meno, un gioco piu’ complesso pretende invece una o due ore di applicazione per me”.

Anche Balázs è fra i giovani ideatori di giochi elettronici e il linguaggio della programmazione gli è sempre piu’ familiare.

Balázs Nyerges: “Da come si metteno le cose direi che i diversi dispositivi elettronci sono sempre puiu’ importanti, questo è il futuro. Chi sa programmare ha una marcia in piu’ rispetto agli altri”.

Anita Breuer – CEO, Logiscool: “In Ungheria ci sono 20 mila posti di lavoro vacanti che hanno bisogno di queste professionalità. I genitori lo sanno e sia chi lavora nel settore ma anche chi non è un esperto non ha dubbi sulla necessità di questa istruzione per i propri figli. Fra i giovani va diffuso questo messaggio: non giocare solo sul computer ma creare il tuo gioco! Questo incide proprio sulla fantasia.”

Diventati adulti questi giovani potranno diventare i protagonisti dell’elettronica del futuro.