ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guinea al voto nonostante disordini e scontri

Domenica di voto in Guinea in un clima di grande tensione dopo le violenze dei giorni scorsi che hanno causato un morto e una ventina di feriti nella

Lettura in corso:

Guinea al voto nonostante disordini e scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

Domenica di voto in Guinea in un clima di grande tensione dopo le violenze dei giorni scorsi che hanno causato un morto e una ventina di feriti nella capitale.

In corsa ci sono il presidente uscente Alpha Condè, dato per favorito, e sette candidati tra cui l’ex primo ministro Cellou Dalein Diallo, il principale sconfitto alle elezioni del 2010. Diallo, che rappresenta l’etnia dei Peul, il 40% della popolazione guineana, nei suoi discorsi ha spesso accusato il Presidente, di aver assunto degli occidentali per diffondere l’Ebola nel Paese.

Sul voto pesa comunque l’ipotesi di brogli elettorali. Sospetti dell’opposizione accresciuti anche dall’impostazione data dal Presidente uscente alla sua campagna elettorale, il cui slogan è stato “un colpo da ko” per vincere subito al primo turno.