ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aggressione ai dirigenti di AirFrance: molti i precedenti in Francia

L’assalto agli uffici di Air France e l’aggressione dei suoi manager da parte di partecipanti a una protesta sindacale sono stati stigmatizzati dalle

Lettura in corso:

Aggressione ai dirigenti di AirFrance: molti i precedenti in Francia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’assalto agli uffici di Air France e l’aggressione dei suoi manager da parte di partecipanti a una protesta sindacale sono stati stigmatizzati dalle autorità di Parigi. Per il ministro delle Finanze francese, l’episodio offre un’immagine errata della Francia e della compagnia aerea.
“Questi atti compiuti da una piccola minoranza dei dipendenti di Air France – ha affermato Michel Sapin – sono da condannare con forza e i loro responsabili devono essere condannati.”

Ma in Francia non è certo la prima volta che simili proteste vengono messe in atto. I precedenti sono numerosi.

Dirigenti di Goodyear in ostaggio

Nel gennaio 2014, i lavoratori dello stabilimento Goodyear di Amiens, esasperati dalla prospettiva della chiusura della fabbrica, presero in ostaggio due dei loro capi e diffusero immagini che testimoniavano il loro gesto.

Il conflitto è terminato con un accordo con il sindacato CGT

Maggiori informazioni

Anche i lavoratori di Caterpillar presero in ostaggio quattro manager nel 2009.

Quell’anno, un gruppo di lavoratori di un’azienda di parti di ricambio automobilistiche in bancarotta ha minacciato di far saltare in aria lo stabilimento

La minaccia ha probabilmente fatto accelerare i negoziati per un accordo sulle modalità della chiusura.

In France, where protest marches are a well-practiced tradition, it is usually workers who take to the streets. But in a twist on Monday, thousands of French bosses demonstrated in Paris and Toulouse.

Posted by The New York Times on�Tuesday, December 2, 2014


Anche i manager manifestano

La Francia ha una tradizione di cortei ben consolidata. E se solitamente sono i lavoratori a manifestare, non mancano gli esempi di dirigenti scesi in piazza

Barricate di fuoco contro Uber

Auto distrutte, cassonetti incendiati, strade bloccate sono stati gli ingredienti delle proteste contro Uber.
Le proteste dei tassisti a giugno hanno trasformato Parigi in un campo di battaglia.
A farne le spese anche la cantante Courtney Love

Some Uber drivers got badly beaten.

Risultato: l’attività di Uber è stata dichiarata illegale e i suoi dirigenti sono stati arrestati

La linea dura degli agricoltori

Le strade di Parigi e di altre città francesi sono state bloccate a più riprese da “agricoltori e allevatori arrabbiati”:
http://it.euronews.com/2015/07/23/tolti-i-blocchi-stradali-gli-agricoltori-francesi-restano-mobilitati/, ad esempio, per i margini insufficienti dei prezzi del latte o della carne di maiale.

A far infuriare i produttori francesi, anche le importazioni a basso costo, in particolare dalla Spagna.

Ancor più eclatanti altre proteste contro la classe politica. Nel gennaio 2014, il gestore di un centro equestre ha scaricato 20 tonnellate di escrementi di cavallo davanti al Parlamento.

E due mesi dopo, un intero gregge di pecore è stato spinto a trotterellare nei corridoi del Louvre.