ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni in Portogallo, exit poll: il centrodestra del premier uscente Passos Coelho batte i socialisti e sfiora la maggioranza assoluta

Elezioni in Portogallo. I dati non sono ancora certi ma stando ai primi exit poll nonostante le misure di austerity e la crisi gli elettori hanno

Lettura in corso:

Elezioni in Portogallo, exit poll: il centrodestra del premier uscente Passos Coelho batte i socialisti e sfiora la maggioranza assoluta

Dimensioni di testo Aa Aa

Elezioni in Portogallo. I dati non sono ancora certi ma stando ai primi exit poll nonostante le misure di austerity e la crisi gli elettori hanno scelto ancora una volta il premier uscente Pedro Passos Coelho. La sua coalizione di centro destra uscirebbe vincente in queste elezioni politiche con il 38-43% delle preferenze. Secondo il Partito Socialista di Antonio Costa con il 30-35%.

Dietro ai due grandi partiti tradizionali troviamo il Bloco de Esquerda (Be) appoggiato da Podemos e Syriza, con fra 8 e 11% mentre la coalizione comunisti verdi della Cdu si attesterebbe intorno al 7-9%. Sempre secondo gli exit poll il centrodestra avrebbe 108-116 seggi su 230 in parlamento e quindi va verso la maggioranza assoluta.

Passos Coelho, dopo la vittoria del 2011, ha cercato di trascinare il Paese fuori dalla crisi, adottando la ricetta dell’austerità e dei sacrifici. Una linea che per ora sembra premiarlo.

Come previsto l’astensione, in leggero calo rispetto al record storico del
2011, resta tuttavia, secondo dati ancora provvisori, attorno al 50%. Molti elettori, delusi dalla politica che ha messo in ginocchio il paese, hanno preferito non recarsi ai seggi. L’affluenza alle urne è stata in aumento rispetto alle precedenti elezioni. Alle 16 di ieri avevano votato il 44,38% degli aventi diritto contro il 41,88% del 2011 alla stessa ora. Inoltre non si sono registrati particolari problemi nè incidenti significativi, tranne che nella città di Covilha dove un gruppo di cittadini ha protestato per la chiusura di una scuola usata come seggio elettorale.

Per il Portogallo queste elezioni sono state anche un test dopo il duro piano di salvataggio. Il premier Passos Coelho ha pilotato il Paese nelle secche della recessione convinto dell’efficacia dell’austerità e si è perfino dichiarato pronto a andare oltre le richieste della Troika.