ULTIM'ORA

Maltempo in Sardegna: passa il ciclone, arrivano le polemiche

Sotto accusa la gestione dell'emergenza: le zone inondate sono le stesse di due anni fa. A Olbia abbattuto il "ponte della discordia"

Lettura in corso:

Maltempo in Sardegna: passa il ciclone, arrivano le polemiche

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ la calma dopo la tempesta. Il “Ciclone Mediterraneo” abbandona la Sardegna, ma oltre a ingentissimi danni, si lascia alle spalle una lunga scia di polemiche.

Questa volta nessuna vittima, ma le zone inondate sono le stesse in cui due anni fa il Ciclone Cleopatra aveva fatto 17 morti. Tra le aree più colpite il Nuorese, diverse località della Gallura e Olbia, dove a fare polemica è un ponte che si ritiene abbia ostacolato il deflusso delle acque, ma di cui è stato autorizzato l’abbattimento solo dopo due successive esondazioni.

E mentre a Olbia è stata decretata la chiusura fino a domani anche degli uffici non comunali, il presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru, ha invitato a evitare ogni polemica e speculazione e a concentrarsi sulle operazioni di soccorso.

Se in Italia l’allerta si sposta in Liguria, le forti piogge attese negli scorsi giorni in Corsica si sono abattute su diverse località costiere.

A peggiorare la situazione, nell’est dell’isola, mareggiate fortissime che nella località di Aleria hanno costretto all’evacuazione di alcune strutture comunali e di 300 persone da un campeggio. Si teme ora per Corte, nell’entroterra, dove a spaventare sono i livelli del fiume che attraversa la città.