ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen: coalizione saudita accusata di raid contro matrimonio, decine i morti

A 6 mesi dall’avvio dei raid aerei della coalizione a guida saudita contro le postazioni dei ribelli Houthi nello Yemen, le prime immagini delle

Lettura in corso:

Yemen: coalizione saudita accusata di raid contro matrimonio, decine i morti

Dimensioni di testo Aa Aa

A 6 mesi dall’avvio dei raid aerei della coalizione a guida saudita contro le postazioni dei ribelli Houthi nello Yemen, le prime immagini delle truppe degli Emirati in azione sul suolo yemenita hanno tutto il sapore di una dimostrazione di forza. La coalizione ha inviato in luglio diverse migliaia di soldati per dare appoggio alle forze filo governative sunnite.

“L’operazione delle forze speciali saudite ad Aden è un’operazione congiunta tra le forze di terra, l’aviazione e la marina” spiega il comandante delle forze speciali saudite, il Colonnello Abdullah Al Sahayan. “Ad Aden lavoriamo in stretto coordinamento con le forze della coalizione guidate dagli Emirati Arabi Uniti”.

Una dimostrazione di forza che arriva nello stesso giorno in cui la coalizione a guida saudita è accusata degli ennesimi “danni collaterali” nel corso della campagna militare che ha lo scopo di appoggiare il Presidente Abd Rabbo Mansour Hadi contro i ribelli.

Almeno 40 persone, tra cui diversi bambini, sono rimaste uccise nel bombardamento di un edificio in cui si svolgeva una festa di matrimonio nei pressi di Mokha, nel Nord del Paese. Nessuna informazione più dettagliata sul luogo preciso dell’impatto è ad ora disponibile. Secondo alcune fonti le vittime sarebbero fino a 130. Le fonti mediche locali parlano di decine di feriti.

In 6 mesi di campagna militare e raid aerei la lista dei “danni collaterali” è lunga: il bombardamento accidentale, nel mese di agosto, di una fabbrica che produceva bottiglie di plastica per l’acqua nella provincia di Hajja, nel Nord del Paese, ha causato almeno 17 morti; i raid, in luglio, sulle abitazioni dei dipendenti di una centrale elettrica vicino a Mokha con 65 civili uccisi; il bombardamento in aprile di un’azienda di latticini a Hodeida, nell’Ovest dello Yemen, con almeno 35 vittime civili.