ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Auto: consumi reali piu' alti di quelli dichiarati dall'industria. Sotto accusa Mercedes, Bmw e Peugeot

Lo scandalo Volkswagen potrebbe essere solo la punta dell’iceberg. I consumi di carburante effettivi delle macchine nuove sono molto piu’ alti di

Lettura in corso:

Auto: consumi reali piu' alti di quelli dichiarati dall'industria. Sotto accusa Mercedes, Bmw e Peugeot

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo scandalo Volkswagen potrebbe essere solo la punta dell’iceberg.
I consumi di carburante effettivi delle macchine nuove sono molto piu’ alti di quanto dichiarati dai costruttori con testi in laboratorio, denuncia l’ong Transport and Environment

Alcuni modelli della Mercedes, della Bmw e della Peugeot producono quindi emissioni fino al 50% piu’ alte di quanto dicono i costruttori. La differenza è molto piu’ contenuta per Fiat e Toyota.

Sottolinea l’autore dello studio, Greg Archer, di Transport and Enviroment:
“Sappiamo che l’industria automobilistica puo’ manipolare i test in modi diversi. Dobbiamo essere sicuri che i test siano svolti da organismi indipendenti perché al momento i test sono effettuati all’interno di laboratori dei costruttori stessi, o da persone pagate dai costruttori, e persino i supervisori sono pagati dall’industria”.

Secondo la ricerca, questi test in qualche modo truccati, si traducono in una spesa supplementare di 450 euro all’anno in carburante per gli automobilisti.
Il Parlamento europeo chiede che si facciano al piu’ presto regole piu’ severe, si effettuino test in condizioni reali di guida.

Bas Eickhout, deputato ecologista olandese, mette sotto accusa l’esecutivo europeo: “La Commissione europea sapeva che i consumi reali sono molto piu’ alti delle misure effettuate, quindi avrebbe potuto fare di piu’ per far si’ che l’industria automobilistica rispetti gli standard. E’ troppo facile per Bruxelles nascondersi dietro le autorità nazionali”

E mentre scoppia il caso di consumi ed emissioni di anidride piu’ alte di quanto dichiarato, giovedi’ prossimo i ministri europei dell’industria si occuperanno del caso Volkswagen, per discutere delle conseguenze sul mercato europeo della frode commessa dall’industria tedesca negli Stati Uniti.