ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Papa a New York salutato da una folla impressionante

Due lunghe ali di folla hanno salutato a New York il Papa, che è sceso dalla sua Fiat 500 per salire sulla Papamobile, per salutare le migliaia di

Lettura in corso:

Il Papa a New York salutato da una folla impressionante

Dimensioni di testo Aa Aa

Due lunghe ali di folla hanno salutato a New York il Papa, che è sceso dalla sua Fiat 500 per salire sulla Papamobile, per salutare le migliaia di persone assiepate sulla Fifth Avenue fino alla Cattedrale di San Patrizio. Vi ha poi celebrato i Vespri esprimendo, tra l’altro, vicinanza “ai nostri fratelli musulmani”, riferendosi alle centinaia di morti alla Mecca.

Di fronte alla Cattedrale è stato salutato anche dal Sindaco della metropoli e dal Governatore dello Stato di new York, Bill De Blasio e Andrew Cuomo, con il quale ha scambiato anche una battuta in Italiano.

A New York, Papa Francesco è giunto dopo la tappa di Washington. Al Congresso, ricevuto dal Segretario di Stato americano John Kerry, aveva parlato di pena di morte e di immigrazione.

“Non dobbiamo lasciarci condizionare dal loro numero, ma piuttosto vederli come persone, guardare i loro volti e ascoltare le loro storie, tentando di rispondere alla loro situazione nel miglior modo possibile. Rispondere in un modo che sia sempre umano, giusto e fraterno”.

Se l’appello a “difendere la vita in ogni sua fase” aveva strappato nella sua parte relativa all’aborto un applauso convinto della destra, meno spontaneo è apparso l’applauso quando il Pontefice ha esortato all’abolizione della pena di morte e a metter fine al commercio di armi.

In una giornata priva di ricevimenti e banchetti, il Papa si reca ora alle Nazioni Unite. Sabato tappa a Philadelphia, dove è atteso un milione e mezzo di pellegrini.