ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una Cina solare

Lettura in corso:

Una Cina solare

Dimensioni di testo Aa Aa

Pannelli solari grigio blu made in China a perdita d’occhio. La Cina ha deciso di diventare leader mondiale nel settore dell’energia solare. In pochi

Pannelli solari grigio blu made in China a perdita d’occhio. La Cina ha deciso di diventare leader mondiale nel settore dell’energia solare. In pochi anni il paese del carbone ha investito molto in pannelli solari che tappezzano i suoi deserti. Alla fine il parco solare di Gao Tai toccherà i 319 km quadrati. Tre volte più grande dell’area di Parigi. 80.000 pannelli solari per chilometro quadrato.

WEI LIANG, DIRETTORE DEL PARCO SOLARE DI GAO TAI:
“Prima qui c’era il deserto del Gobi, non c’era nulla, solo pietre spazzate dal vento, non era coltivabile mentre adesso è diventato un tesoro”.

Non lontano da qui una centrale a carbone vomita il suo fumo nero. La Cina si è resa conto che la sua dipendenza dal carbone era una catastrofe. Le sue città soffocano, la pressione dell’opinione pubblica sale, il suo sforzo verso le energie rinnovabili non è del fumo negli occhi perchè la Cina ha degli hatout naturali.

DONG ZHEN QIANG, DIRIGENTE DELLA CENTRALE SOLARE: “Non è sempre cosi’, abbiamo una insolazione di oltre 280 giorni l’anno. L’inverno è molto freddo ma con un cielo blu si rafforza il rendimento”.

Il vantaggio annesso sta nella scarsa manutenzione, quindi poco personale da pagare e una durata di vita dei pannelli di 25 anni. Ci sono pero’ anche gli svantaggi. Vicino al deserto ci sono pochi clienti per questa elettricità che deve essere trasportata nelle regioni industriali del paese…ecco il problema. Lo sviluppo della centrale solare è stato piu’ rapido della costruzione delle infrastrutture cosi’ il risultato è che l’impianto funziona solo al 50% della capacità.