ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Papa a Vescovi Usa, "mai più i crimini di pedofilia"

Tra Francesco e Obama una perfetta sintonia

Lettura in corso:

Papa a Vescovi Usa, "mai più i crimini di pedofilia"

Dimensioni di testo Aa Aa

Cambiamento climatico, emergenza profughi e disgelo con Cuba. Il primo viaggio di Francesco negli Stati Uniti rivela la perfetta sintonia con Barack Obama.

“Sono qui da figlio di migranti” ha detto il Papa al Presidente degli Stati Uniti. In un giardino della Casa Bianca mai così affollato, l’amministrazione americana ringrazia Bergoglio per il suo ruolo chiave nel disgelo con Cuba e lancia un appello per l’accoglienza.

“Lei ci ricorda che il messaggio più potente del Signore è la misericordia – sono state le parole di Obama – Ciò significa accogliere lo straniero con empatia e con il cuore: dal rifugiato che fugge dalle zone di guerra, all’emigrante che lascia la sua terra in cerca di una vita migliore”.

“Mi sembra chiaro che il cambiamento climatico è un’emergenza che non può più essere lasciata alle generazioni future”, ha detto il pontefice.

Se alla Casa Bianca è andato in scena il grande feeling con Obama, al Congresso, dove sarà il primo pontefice a parlare, non troverà la stessa unanimità di vedute.

Nel suo incontro con vescovi americani ha detto che la croce non è un vessillo di lotte mondane e ha ammonito: “non si ripetano mai più i crimini di pedofilia”.