ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra si veste d'estate

Lettura in corso:

Londra si veste d'estate

Dimensioni di testo Aa Aa

Vivienne Westwood non fa sfilate, organizza degli show, cosi’ le sue eleganti striaccione hanno sempre qualcosa da raccontare. Alla settimana della

Vivienne Westwood non fa sfilate, organizza degli show, cosi’ le sue eleganti striaccione hanno sempre qualcosa da raccontare. Alla settimana della moda londinese, dedicata alla primavera che verrà, ci si straccia le vesti contro il cambiamento climatico e contro l’austerità. Insomma tutto molto alla moda.

Il messaggio è chiaro perchè la sfilata è condita da cartelli. Un vestito da solo non è una bandiera contro l’inquinamento. Cosi’ la stilista 74enne mescola una fantasmagoria di colori e polemiche. La sua collezione primavera-estate 2016 Red Label è un j’accuse ai “criminali” della politica – colpevoli d’inerzia
di fronte agli spettri della guerra e dei cambiamenti climatici.

Grandi pois, stampe, stole di pelliccia ecco come tornano gli anni Ottanta nel catalogo del marchio Topshop Unique. Una sfilata giovane a Londra per una primavera estate sbarazzina ma garbata, tutto molto allegro e floreale anche con gli spacchi alti che rendono assoluti vestitini inizialmente senza carattere.

Intanto nella collezione disegnata da Anthony Vaccarello domina il nero, illuminato da elementi metallici come fibbie, orecchini, borchie. I capi sono spesso asimmetrici, giocano ad incastro e possono essere assemblati in modo originale. Anche qui notiamo spacchi e aperture sulla pelle nuda per confermare quella forte carica sexy come segno distintivo del marchio. Largo anche alle stampe animalier black&white, fantasie floreali e disegni di frutta tropicale.

Fantasie e colori a gogo anche per House of Holland che gioca con la futura estate al pari di una fancillina cresciuta che non abbandona i giochi dell’infanzia al mare o in campagna. C‘è anche qualcosa di psichedelico nella scelta di questi colori che si notano, una psichedelia finita in un safari africano. Sebbene alla base la collezione sia sportiva al marchio non sfugge un’ironia tutta britannica a suo modo bizzarra.

http://www.vogue.co.uk/suzy-menkes/2015/09/emma-hill-and-house-of-holland)

http://www.vogue.co.uk/suzy-menkes/2015/09/emma-hill-and-house-of-holland)