ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, l'analisi del voto: "No alla vecchia politica"

Non cambiano gli equilibri politici nell’esecutivo greco, dopo le elezioni di domenica. Syriza avrà ancora bisogno dell’appoggio del partito di

Lettura in corso:

Grecia, l'analisi del voto: "No alla vecchia politica"

Dimensioni di testo Aa Aa

Non cambiano gli equilibri politici nell’esecutivo greco, dopo le elezioni di domenica. Syriza avrà ancora bisogno dell’appoggio del partito di destra Anel, per governare. Ma gli effetti della consultazione potrebbero portare a un cambiamento duraturo del panorama politico greco.

“La società greca – dice Voula Kehagia, editorialista del quotidiano Ta Nea – vuole prendere le distanze dal vecchio sistema politico. il messaggio di queste elezioni non è solo la riaffermazione del potenziale di Alexis tsipras ma anche la bocciatura del vecchio establishment politico”.

“Tsipras – aggiunge Angelos Koveos del giornale To Vima – ha evidentemente scelto il tempo giusto per le elezioni, subito prima che si scatenasse un tornado per le nuove misure d’austerità”.

Resta l’impegno del partito di maggioranza relativa a confermare la politica concordata con le istituzioni europee al termine di laboriosi summit e consultazioni svoltisi nei mesi scorsi, politica di cui i cittadini greci e tutta l’Europa attendono i frutti.

“Negli ultimi nove mesi – dice il corrispondente di euronews Stammatis Giannisis – Alexis Tsipras è riuscito a vincere due elezioni politiche e un referendum. La domanda ora è se avrà altrettanto successo nel realizzare le riforme negoziate con i creditori internazionali lo scorso luglio e dirigere la disastrata economia greca verso il cammino della crescita”.