ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: profughi tentano di raggiungere a piedi la frontiera greca, bloccati dalla polizia

Centinaia di profughi siriani avanzano sulla strada che conduce dalla provincia di Edirne al valico di frontiera di Pazarkule e quindi in Grecia

Lettura in corso:

Turchia: profughi tentano di raggiungere a piedi la frontiera greca, bloccati dalla polizia

Dimensioni di testo Aa Aa

Centinaia di profughi siriani avanzano sulla strada che conduce dalla provincia di Edirne al valico di frontiera di Pazarkule e quindi in Grecia.

Vogliono evitare la traversata via mare, ma le forze di sicurezza turche li bloccano a 14 chilometri dal confine. I profughi tornano al campo, dove vengono distribuiti generei di prima necessità.

Circa 800 migranti stazionavano da martedì lungo quella strada, ma finora la polizia turca ne aveva bloccato l’avanzata.

“Fuggiamo dalle condizioni di vita impossibili che bisogna sopportare in Siria – dice un giovane che vuole andare in Svezia – Abbiamo provato la rotta via mare, ma poi abbiamo cambiato idea di fronte ai naufragi e ai tanti problemi”.

“Voglio andare in Germania – dice uno studente siriano – Prima di tutto per spiegare agli europei come si vive in Siria. In secondo luogo, voglio continuare i miei studi che in Siria ho dovuto abbandonare”.

Il governatore di Edirne, Dursun Ali Şahin, si unisce ai migranti nella preghiera del venerdì. “Se un Paese li invitasse formalmente, saremmo felici di portarceli noi stessi – dice – Ma finora non è successo”.

“I profughi che vogliono raggiungere la Grecia a piedi non si arrenderanno facilmente – conclude il corrispondente di euronews, Bora Bayraktar – La prolungata attesa fa aumentare la tensione e le autorità fino ad ora non sono state in grado di convincerli a rinunciare”.