ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone, leggi sulla sicurezza: le opposizioni tentano di boicottare il voto "inaccettabile"'

In Giappone le controverse leggi sulla sicurezza sono state approvate in commissione difesa tra proteste e tentativi di ostruzionismo. Un voto

Lettura in corso:

Giappone, leggi sulla sicurezza: le opposizioni tentano di boicottare il voto "inaccettabile"'

Dimensioni di testo Aa Aa

In Giappone le controverse leggi sulla sicurezza sono state approvate in commissione difesa tra proteste e tentativi di ostruzionismo. Un voto bollato come “inaccettabile” dai parlamentari delle opposizioni che hanno tentato di fermare fisicamente la sessione. L’esecutivo vuole avanti, costi quel che costi: ora dovrà esprimersi la Camera Alta, quella Bassa aveva già dato il via libera il 16 luglio.

L’intero iter di approvazione delle norme è stato accompagnato da manifestazioni, anche nelle strade di Tokyo. Una folla si è radunata di nuovo davanti al parlamento gridando “Abe dimettiti”. Le norme sono accusate di mettere a repentaglio l’articolo 9 della Costituzione nipponica in cui è sancita la rinuncia alla guerra per risolvere le controversie internazionali.

Queste leggi, pagate dal governo conservatore di Abe con un crollo dei consensi, prevedono invece la possibilità di utilizzare le forze armate in iniziative belliche fuori del territorio nazionale in soccorso di alleati. Rafforzando, di fatto, l’alleanza militare con gli Stati Uniti.