ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Afghanistan ricorda il "leone del Panshir" Ahmad Shah Massoud

L’Afghanistan ricorda Ahmad Shad Massoud. Capo della resistenza afghana contro i sovietici prima, contro i talebani poi, figura comunque controversa

Lettura in corso:

L'Afghanistan ricorda il "leone del Panshir" Ahmad Shah Massoud

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Afghanistan ricorda Ahmad Shad Massoud. Capo della resistenza afghana contro i sovietici prima, contro i talebani poi, figura comunque controversa, seppure dotata di amici importanti in occidente. Muore nel 2001, ucciso da un kamikaze che si era finto giornalista, nascondendo una bomba nella telecamera. L’attentato vieve attribuito ai talebani, ma poi si scoprirà che la paternità spetta ad al-Quaeda.

Una cerimonia si è svolta a Kabul per ricordare il Leone del Pashir. Fra i presenti anche il fratello del comandante militare: “Voleva servire l’Afghanistan, era cresciuto in questo paese. È stato sempre al servizio della sua gente e ha capito la sofferenza dei suoi connazionali. Per questo resta nel cuore di ogni afghano”.

Adulato in Francia, formidabile nella comunicazione, Massoud venne ucciso il 9 settembre, due giorni prima dell’attentato alle torri gemelle. Sembra che fosse in procinto di guidare un’operazione che gli avrebbe assicurato il controllo dell’Afghanistan. Le cose sono andate in modo diverso.