ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, Davutoglu promette: "Ripuliremo le montagne dai terroristi"

È durissima la reazione del governo turco all’agguato con cui il PKK ha ucciso 16 militari. In una riunione d’emergenza per la sicurezza nazionale ad

Lettura in corso:

Turchia, Davutoglu promette: "Ripuliremo le montagne dai terroristi"

Dimensioni di testo Aa Aa

È durissima la reazione del governo turco all’agguato con cui il PKK ha ucciso 16 militari. In una riunione d’emergenza per la sicurezza nazionale ad Ankara, il premier Ahmet Davutoglu ha deciso nuove misure e dato il via libera ad una massiccia operazione militare terrestre ed aerea scattata subito sul luogo dell’attacco.

Anche i termini usati dal premier turco sono pesantissimi.
“Le montagne verranno totalmente ripulite dai terroristi – ha assicurato Davutoglu -. Saranno ripulite, costi quel che costi! Le montagne, le pianure, le città di questo paese non saranno lasciate ai terroristi.”

L’attacco compiuto domenica dal PKK nella provincia di Hakkari è stato il più sanguinoso per i militari dalla rottura della tregua con i separatisti a luglio, ma i curdi denunciano che anche i raid sui loro villaggi stanno causando molte vittime.
Proteste a Dyarbakir.

La linea del governo è inoltre al centro di polemiche politiche ad Ankara, a poche settimane dalle elezioni anticipate del 1 novembre, confermate dal presidente Erdogan nonostante i timori per la sicurezza.