ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

41esima edizione del Festival del Film Americano

Lettura in corso:

41esima edizione del Festival del Film Americano

Dimensioni di testo Aa Aa

La 41esima edizione del Festival del film americano a Deauville si è aperta con un omaggio a Keanu Reeves, 51 anni, la cui carriera ha sempre

La 41esima edizione del Festival del film americano a Deauville si è aperta con un omaggio a Keanu Reeves, 51 anni, la cui carriera ha sempre oscillato fra successi planetari come “Matrix”, “Speed” o “Punto di rottura” e film d’autore o di genere con registi del calibro di Gus van Sant, Bernardo Bertolucci, Francis Ford Coppola.

Keanu Reeves, attore: “Sono stato fortunato nell’aver avuto la possibilità di lavorare con i grandi studios e con produzioni indipendenti. Fortunatamente la cosa continua….il Festival è fantastico con un vasto programma di film da condividere col pubblico.”

Una retrospettiva dei suoi film si è tenuta nel corso del festival e in molti sono venuti a salutare l’attore.

Bruco Barde, Direttore del Festival: “Il cinema americano è questo…chi ha interpretato Néo ha girato anche My Own Private Idaho (Gus van Sant), era il cavaliere delle ‘Relazioni pericolose’ (Stephen Frears), ha lavorato anche in ‘Knock Knock’ che è una specie di ‘Funny Games’ (Michael Haneke) ribaltato. Il cinema americano è un cinema senza limiti…”

In “Knock Knock” Keanu Reeves è un onesto padre di famiglia che viene sequestrato da due giovani avvenenti donne che trasformano la sua giornata della festa del papà in un inferno. Il debutto mondiale dell’opera è avvenuto a Deauville…

Altro attore celebrato dal festival è stato Robert Pattinson, protagonista di “Twilight” ma anche di “Cosmopolis” e di “Maps to the Stars” di David Cronenberg…

Impegnato dalla lavorazione di un altro film non ha potuto presenziare al festival ma ha inviato un video messaggio di saluto…..”

Nella New York degli anni Cinquanta, un giovane fotografo che cerca di farsi un nome incontra un attore al debutto e decide di consacrargli un reportage. Queste fotografie renderanno celebre il fotografo visto che il suo soggetto era Jeams Dean. Siamo nel film “life” di Anton Corbijn.

Anton Corbijn, regista: “Non è un film biografico. Non voglio che si consideri un film biografico anche se la biografia era stata controllata da Ian Curtis. Ho girato il film per una ragione molto diversa. L’ho fatto perchè mi interessava il fotografo col suo soggetto, una specie di bilancio. Poi il soggetto era James Dean che è un grande vantaggio…”

Dane DeHaan, attore che interpreta James Dean: “Il film è proprio dedicato a questi 2 artisti molto diversi fra loro che si incontrano e imparano qualcosa uno dall’altro. Penso che sia vero che Robert ed io affrontiamo le cose in modo diverso ma veramente abbiamo imparato molto dall’esperienza …”

Le film è stato presentato fuori competizione a Deauville. In autunno esce in distribuzinoe mondiale. In Italia è sul grande schermo dal 17 settembre.

http://www.imdb.com/title/tt2948840/releaseinfo?ref_=tt_ov_inf

Frédéric Ponsard, euronews : “Omaggi, anteprime, retrospettive ma anche un gara di livello particolare quest’anno, tutto il cinema americano nella sua ricchezza, diversità e creatività che viene mostrata a Deauville. Al Festival del Film americano”.