ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: l'UNHCR chiede l'evacuazione dei migranti da Lesbo

Il sovraffollamento continua a causare gravi problemi sanitari e sociali a Lesbo, dove 17.000 profughi sono accampati in condizioni precarie

Lettura in corso:

Grecia: l'UNHCR chiede l'evacuazione dei migranti da Lesbo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il sovraffollamento continua a causare gravi problemi sanitari e sociali a Lesbo, dove 17.000 profughi sono accampati in condizioni precarie.
L’agenzia dell’Onu per i rifugiati chiede un’evacuazione di emergenza dei migranti bloccati sull’isola greca in attesa dei permessi di viaggio.

Diminuire il numero dei presenti alleggerirebbe la pressione e il malcontento. Negli ultimi giorni si sono registrate proteste da parte degli stranieri e scontri con la polizia, intervenuta con manganelli e granate assordanti.

L’UNHCR definisce inadeguata la risposta delle autorità greche alla crisi e critica l’assenza di servizi e di risorse umane dedicate al rilascio delle autorizzazioni per salire sui traghetti.

Coloro che, dopo molta attesa, sono riusciti a partire per Atene, raccontano di una situazione disastrosa.

“C‘è moltissima gente a Lesbo – sottolinea un siriano -. Senza WC, senz’acqua, non c‘è niente a Lesbo.”

Molti di questi profughi vogliono raggiungere la Germania, ma c‘è anche chi non ha fatto progetti precisi.

“Non mi importa veramente in quale Paese europeo andrò o se starò in Grecia – assicura un iracheno, Hamad Alwadaan -. L’importante è che sia un Paese che mi rispetti come essere umano e in cui la mia famiglia possa venire a vivere con me. È questo ciò che voglio.”

L’UNHCR fa sapere che oltre 366 mila migranti hanno solcato il Mediterraneo per raggiungere l’Europa dall’inizio dell’anno e 2800 sono morti o scomparsi durante la traversata.