ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri in Ungheria tra migranti e forze dell'ordine, muore un pachistano

Ancora tensioni alla stazione di Budapest, dove molti profughi cercano di partire per la Germania, scontrandosi con le forze di polizia. Uno di loro

Lettura in corso:

Scontri in Ungheria tra migranti e forze dell'ordine, muore un pachistano

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora tensioni alla stazione di Budapest, dove molti profughi cercano di partire per la Germania, scontrandosi con le forze di polizia.
Uno di loro è rimasto ferito.

Gruppi di migranti si sono incamminati a piedi verso la frontiera austriaca, che dista circa 50 chilometri.
La determinazione di queste persone, che hanno già affrontato la guerra e un viaggio rischioso, è tale da superare anche impedimenti fisici.

Nuovi sviluppi anche a Bicske. Famiglie di migranti hanno accettato di lasciare il treno, dove erano rimaste asserragliate a lungo senza rifornimenti, e di essere portate nel vicino centro d’identificazione.

Ma la tensione nella zona è rimasta alta per il terzo giorno.

“Siamo rifugiati – urlava una donna -. Dove sono i diritti umani?”

Altri 200 o 300 stranieri sono scappati verso i campi circostanti. Un migrante pachistano è morto lungo le rotaie mentre fuggiva dalla polizia.

Scontri e fughe anche nel campo di Röszke, che ospita 1500 rifugiati. Circa 300 persone sono scappate questo venerdì mattina, correndo verso l’autostrada.

Il centro si trova vicino alla frontiera con la Serbia, in una zona in cui molti stranieri vengono bloccati dalla polizia subito dopo aver varcato il confine.