ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ungheria: migranti si sdraiano sulle rotaie dopo il blocco di un treno locale

In Ungheria i profughi si sono sdraiati sulle rotaie ferroviarie per fare resistenza alla polizia. Immagini che raccontano un’emergenza migranti che

Lettura in corso:

Ungheria: migranti si sdraiano sulle rotaie dopo il blocco di un treno locale

Dimensioni di testo Aa Aa

In Ungheria i profughi si sono sdraiati sulle rotaie ferroviarie per fare resistenza alla polizia. Immagini che raccontano un’emergenza migranti che non si arresta. È successo nella stazione di Bicske, non lontano dalla frontiera non l’Austria, dove la polizia ungherese ha bloccato un treno locale e fatto scendere tutti i duecento migranti.

Il treno, partito da Budapest, viaggiava verso Sopron, a ovest del Paese. È stato fermato nella città di Bicske, a 35 chilometri dalla capitale, nei pressi della quale si trova un campo rifugiati.

I migranti sono stati fatti risalire poi sul convoglio ma non è ancora chiaro se è il treno sia stato autorizzato a ripartire e per quale destinazione.

Dopo aver riaperto le porte, la stazione ferroviaria della capitale ungherese è stata presa d’assalto dai duemila migranti rimasti chiusi all’esterno per due giorni.

I profughi sono determinati a raggiungere con i treni locali, gli unici in partenza, il confine per superarlo e arrivare in Austria o Germania.