ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Premio Asturie a ordine Fatebenefratelli per la sua lotta contro Ebola

Il Principessa delle Asturie per la Concordia 2015 premia l’impegno nella lotta contro il virus Ebola dell’Ordine ospedaliero San Giovanni di Dio.

Lettura in corso:

Premio Asturie a ordine Fatebenefratelli per la sua lotta contro Ebola

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Principessa delle Asturie per la Concordia 2015 premia l’impegno nella lotta contro il virus Ebola dell’Ordine ospedaliero San Giovanni di Dio.

A Oviedo, in Spagna, è stato riconosciuto all’organizzazione Fatebenefratelli l’adattamento della sua missione all’esigenza dei tempi.

“Presente in oltre 50 paesi, l’Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio si concentra, in questi tempi difficili che il mondo sta vivendo, su questioni d’emergenza come l’epidemia di Ebola, la crisi dei migranti e, in generale, la protezione delle persone a rischio di esclusione sociale”, è stata la motivazione espressa dal Presidente delle giuria e presidente della Regione delle Asturie, Javier Fernández Fernández.

Il premio è un riconoscimento al sacrificio dei missionari uccisi dal virus Ebola in Sierra Leone.

In Spagna, l’opinione pubblica ha seguito con grande partecipazione la storia di Padre Manuel García Viejo. Ha contratto il virus a Lunsar, dove ha trascorso 30 anni della sua vita, ricoprendo per 12 anni il ruolo di direttore sanitario dell’ospedale. Padre Manuel è stato rimpatriato d’urgenza a Madrid nel settembre 2014 ed è morto quelo stesso mese.

L’ordine religioso ha nei propri centri di accoglienza 45.000 collaboratori e oltre 8.000 volontari. È presente, con circa 400 opere assistenziali, in tutti i 5 continenti.

Il Fatebenefratelli è stato scelto dalla giuria del premio Principessa delle Asturie per la Concordia tra ventisette candidati provenienti da 26 Paesi.