ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Derbent e i suoi millenni

Lettura in corso:

Derbent e i suoi millenni

Derbent e i suoi millenni
Dimensioni di testo Aa Aa

Denis Loctier, euronews
“ Derbent – la città più antica e meridionale dell’odierno territorio russo – marca i suoi 2000 anni di storia. E’ l’occasione per i residenti del Daghestan di festeggiare il ricco patrimonio culturale e storico di questa repubblica russa prevalentemente associata a problemi sociali e all’estremismo armato.”

Questi resti un tempo erano una casa degna di uno Zar. Quando il riformista Pietro il Grande di Russia conquistò la città persiana di Derbent nel pieno della campagna di Persia, rifiuto’ di abitare in una ricca dimora. Dormiva in questo semplice rifugio, che in seguito divenne monumento locale.

Patimat Gamzatova, storica dell’arte: “Nel XX secolo questo luogo è stato dimenticato. Come è accaduto spesso in epoca sovietica ai monumenti religiosi o imperiali, fu trasformato prima in capannone, poi in magazzino e mensa, e, infine, in una dimora di un cittadino che ignorava la storia delle mura… penso sia importante che il restauro ci aiuti a far vedere la prospettiva di progresso e modernizzazione di Pietro il Grande nel XX secolo”.

Una fondazione caritativa ha aiutato per il ripristino della casa di Pietro il Grande che adesso si presenta come un complesso museale che ospita mostre d’arte, eventi culturali e corsi creativi gratuiti per bambini.

Polina Filippova, direttrice della Fondazione PERI:
“La scelte per i giovani sono urgenti in tutto il mondo e qui si avverte ancora di piu’. Sappiamo come musei e monumenti storici siano stati distrutti non lontano dalla nostra repubblica. E’ fondamentale per noi di mostrare che ci sono altri modi, altre visioni di un mondo aperto, tollerante e multiculturale. E vogliamo davvero contribuire a questo obiettivo”.

Derbent è considerata interessante dagli archeologi perchè si ritiene che diverse tribu’ si intallarono qui in 5 mila anni di storia. Diversi reperti dimostrano come l’attuale città in duemila anni di storia sia passata di mano in mano nel corso del tempo.

Murtazali Gadjiev, responsabile della locale sovrintendenza archeologica: “Derbent fece parte di varie entità politiche nell’antichità e nel Medio Evo. O di stati locali – come l’Albania caucasica, – O grandi imperi dei tempi medievali, il califfato arabo, l’ Iran, i turchi e così via”.

La zona è sempre stata un crocevia strategico fra il Mar Caspio e il Caucaso e Derbent un crogiuolo culturale riconosciuto per la coesistenza pacifica di comunità storiche.

Ali Ibragimov, Direttore deé Museo Storico di Derbent:
“ Abbiamo la Moschea Juma con i suoi platani vecchi di 700 anni una delle più antiche moschee del mondo. Non lontano da questa il tempio cristiano del XX secolo, e ci sono una sinagoga e una chiesa ortodossa nella zona europea della città. Qui a Derbent convivono diverse religioni in altrettanti luoghi di culto. La nostra è una città fatta da molte etnie, unite nel secolo scorso in una grande famiglia e, ringraziando Iddio, viviamo bene!”

Altro da le mag