This content is not available in your region

Ucraina, decentralizzazione: "Vergogna'', euronews ha sentito la ragione del no

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Ucraina, decentralizzazione: "Vergogna'', euronews ha sentito la ragione del no

<p>Un voto che in Ucraina ha infuocato l’aula del Parlamento, quello destinato a dare maggiore autonomia alla regione del Donbass, dove governano i separatisti filo-russi. “Vergogna”: lo hanno gridato i deputati contrari a fare qualsiasi concessione ai ribelli<br /> .<br /> “Perché ci sono alcune regioni in Donetsk e Lugansk che hanno il diritto di autogovernarsi mentre gli abitanti di Kiev e di altre città non hanno questo diritto? È per via della guerra? Questa non è una regola stabilita da Hollande e Merkel, noi conosciamo bene le leggi”, spiega al microfono di euronews, Mustafa Nayem, del Blocco Poroshenko, formazione che fa riferimento al presidente. </p> <p>La riforma costituzionale fa parte degli accordi firmati tra Mosca, Kiev, Parigi e Berlino per il cessate il fuoco in Ucraina, come spiega la deputata Anna Gopko del partito Samopomich (“Auto-aiuto”), terza forza politica in Parlamento. Questa deputata è stata sospesa, con altri quattro, per aver votato sì al progetto di legge. </p> <p>“Il conflitto nell’est dell’Ucraina dovrebbe spingerci a mettere in campo tutte le risorse per riformare il Paese. Dobbiamo adempiere ai nostri obblighi. I territori occupati si trovano in una situazione diversa dal resto del Paese, quasi il 90% dell’Ucraina. Questa è la ragione per la quale abbiamo bisogno di cambiare la Costituzione”, spiega a euronews Anna Gopko.</p> <p>Preoccupazione per gli scontri è stata espressa sia dall’Unione Europea che dal Cremlino. “Le violenze non devono mettere a rischio il percorso dell’Ucraina sulla strada delle riforme”, ha detto l’Alto rappresentante dell’Unione Europea Federica Mogherini.</p>