ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Emergenza migranti: vertice Ue straordinario

L’emergenza migranti diventa emergenza massima. L’Unione europea convoca un summit straordinario e urgente il 14 settembre per prendere misure

Lettura in corso:

Emergenza migranti: vertice Ue straordinario

Dimensioni di testo Aa Aa

L’emergenza migranti diventa emergenza massima. L’Unione europea convoca un summit straordinario e urgente il 14 settembre per prendere misure immediate.

A capo degli stati volenterosi la Germania, che stima di ricevere entro la fine dell’anno 800 mila domande d’asilo.
La richiesta tedesca è stata sostenuta subito da Francia e Gran Bretagna, confrontate con un flusso di migranti imponente nelle ultime settimane.

Al blocco dei Paesi volenterosi si oppone quello degli Stati refrattari a tutto; a rivedere, in primo luogo, il trattato di Dublino, come chiesto e messo in atto dalla Germania, che ha deciso di accogliere, nei giorni scorsi, i profughi siriani.

Il 14 settembre si prenderanno misure immediate e si muoveranno i primi passi per una politica integrata europea sull’immigrazione. Come chiesto anche dal premier italiano Renzi.

Verranno ribaditi anche i valori di solidarietà su cui poggia la costruzione europea, traditi da alcuni Stati come sottolinea il ministro degli Esteri francese:

Laurent Fabius, ministro degli Esteri francese:

“Bisogna poter accogliere tutti coloro che sono politicamente perseguitati e che vengono da Paesi in guerra. Si tratta di domande d’asilo e ciascun Paese deve rispondere. L’Ungheria fa parte dell’Europa, l’Europa ha dei valori che non vengono rispettati innalzando muri”.

Il governo ungherese stima che circa 9000 persone abbiano attraversato la sua frontiera in modo illegale, tra venerdì e domenica.

Di fronte all’urgenza dei Paesi in prima linea, la Commissione aveva proposto un sistema di ridistribuzione equa dei migranti.
Meccanismo che non aveva incontrato il consenso di tutti gli Stati membri, tanto che la ridistribuzione dovrebbe essere attuata su base base volontaria.
Bruxelles vorrebbe nelle prossime riunioni rendere questo meccanismo stabile.