ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Appello di Tsipras a Syriza: "Sostenetemi contro il vecchio regime"

Serrate i ranghi dell'ex premier al congresso del Partito: "Avanti con le riforme. Ora siamo più maturi e consapevoli". Ad alzo zero i commenti su transfughi e avversari conservatori

Lettura in corso:

Appello di Tsipras a Syriza: "Sostenetemi contro il vecchio regime"

Dimensioni di testo Aa Aa

Alle prese con una popolarità in calo e con un vento che sembra girare, Alexis Tsipras fa buon viso a cattivo gioco e chiama i suoi a un serrate i ranghi. In apertura del Congresso di Syriza, l’ex premier chiede al partito un mandato pieno per portare avanti il programma che gli era valso il successo alle urne e scongiurare che la carta delle elezioni anticipate il 20 settembre si trasformi in un boomerang.

“Oggi abbiamo un’esperienza più solida. Oggi siamo più maturi e più consapevoli – ha detto Tsipras -. E forti di un piano per i prossimi quattro anni, che affonda le radici nei bisogni e le necessità reali del Paese, siamo pronti a batterci per dare alla Grecia le riforme di cui ha bisogno”.

Di fuoco le parole risevate ai conservatori di Nea Demokratia, che ormai tallonano Syriza nei sondaggi: “Incarnano un sistema da demolire – ha detto Tsipras – quello che ha portato alla schiavitù dei prestiti”.

“Tsipras – conclude la corrispondente di euronews Efthymia Koutsokosta – ha impiegato parole forti anche contro i parlamentari che hanno lasciato il partito, accusandoli di aver fatto cadere il governo. Nonostante Syriza sia ora lontana dalla maggioranza assoluta, ha poi escluso un’alleanza con partiti diversi dai Greci indipendenti”. (18/18)