ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Contrabbando alla frontiera, un migliaio di colombiani espulsi dal Venezuela

Oggi incontro tra le ministre degli Esteri dei due Paesi

Lettura in corso:

Contrabbando alla frontiera, un migliaio di colombiani espulsi dal Venezuela

Dimensioni di testo Aa Aa

Tensione tra Colombia e Venezuela dopo la decisione del governo di Caracas di chiudere i valichi di frontiera ed espellere – in seguito a un’operazione anticontrabbando – un migliaio di cittadini colombiani. Si terrà oggi un incontro tra le ministre degli Esteri dei due Paesi per cercare una soluzione alla questione.

“Siamo stati maltrattati dalle forze di polizia della Repubblica Bolivariana del Venezuela, ci hanno prelevati dalle nostre case senza alcun rispetto dei diritti umani e dei bambini, abusando della loro autorità”, dice un colombiano mentre cerca faticosamente di attraversare il fiume Tachira, al confine tra i due Paesi, per fare rientro a Bogotà.

Il presidente colombiano Juan Manuel Santos ha assicurato che intende difendere i diritti fondamentali dei suoi compatrioti e invitato al dialogo e alla diplomazia: “Chiediamo rispetto al governo del Venezuela, rispetto per i cittadini colombiani”.

Il capo di Stato venezuelano Nicolas Maduro ha chiuso le frontiere indefinitamente e dichiarato lo stato di emergenza nella zona di Tachira dopo uno scontro tra contrabbandieri ed esercito venezuelano in cui sono rimasti feriti tre soldati.