ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bashar Al-Assad fiducioso nell'appoggio di Russia ed Iran

Fiducioso nell’appoggio di Russia ed Iran e determinato nella lotta contro i terroristi. Il Presidente siriano Bashar Al-Assad ha rilasciato

Lettura in corso:

Bashar Al-Assad fiducioso nell'appoggio di Russia ed Iran

Dimensioni di testo Aa Aa

Fiducioso nell’appoggio di Russia ed Iran e determinato nella lotta contro i terroristi. Il Presidente siriano Bashar Al-Assad ha rilasciato un’intervista al canale televisivo libanese di Hezbollah, formazione alleata del regime di Damasco.

“Bisogna riuscire a creare un’alleanza per combattere il terrorismo” ha detto Assad. “Ogni alleanza, ogni azione, qualunque intesa o dialogo che porti a fermare lo spargimento di sangue in Siria sarà per noi una priorità e non avremo esitazioni a riguardo. Quel che ci preoccupa sono le conseguenze sul campo: ovviamente non è possibile che Stati che finora hanno spalleggiato il terrorismo possano essere gli stessi che pretendono di combatterlo”.

Quella di Assad è, tra l’altro, una risposta indiretta alle affermazioni fatte da Barack Obama 20 giorni fa: secondo il Presidente americano Mosca e Teheran, storici e fedeli alleati di Damasco, si renderebbero conto che il vento sta girando e sarebbero pronte e lasciar cadere Assad.

Chi ha ribadito la propria posizione, rimasta immutata in questi anni di guerra, è il Capo dello Stato francese François Hollande: “Dobbiamo lottare contro la minaccia del terrorismo senza preservare Assad. Perchè le due cose sono legate. E allo stesso tempo dobbiamo cercare una transizione politica in Siria, è una necessità”.

La guerra in Siria è cominciata con la repressione nel sangue, da parte del regime di Damasco, delle manifestazioni pacifiche contro il governo. In 4 anni oltre 240.000 persone sono morte. Negli ultimi 10 giorni le forze lealiste, appoggiate dai combattenti Hezbollah, hanno lanciato pesanti offensive a Duma, Damasco, Marea nella provincia di Aleppo, e in altre roccaforti ribelli.