ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rimbalzo per le Borse europee. Cina ancora in profondo rosso

Prove di rimbalzo per le Borse europee il giorno dopo il “lunedì nero” che dalla Cina si era esteso alle altre piazze finanziarie. A metà seduta

Lettura in corso:

Rimbalzo per le Borse europee. Cina ancora in profondo rosso

Dimensioni di testo Aa Aa

Prove di rimbalzo per le Borse europee il giorno dopo il “lunedì nero” che dalla Cina si era esteso alle altre piazze finanziarie. A metà seduta Francoforte e Parigi avanzano di oltre quattro punti percentuali, mentre Piazza Affari (ieri la peggiore con un calo del 6%) viaggia verso i 5 punti di guadagno.

Per alcuni analisti più che di bolla in Cina è opportuno parlare di “correzione”, a fronte del rallentamento dell’economia reale: “L’umore nel Paese migliorerà non appena capiranno una volta per tutte che la crescita economica non è più a doppia cifra, ma che c‘è comunque crescita. Solo allora i mercati miglioreranno”, commenta Robert Halver.

“C‘è molta domanda arretrata in Europa: in Francia e Spagna gli ordini sono ancora pochi. Ma finché l’economia mondiale continuerà, nel complesso, a stabilizzarsi, non ci sarà ragione di preoccuparsi”, aggiunge.

Nell’ex-Impero Celeste il panico generalizzato ha portato ad una nuova raffica di vendite. L’indice composito di Shanghai ha lasciato sul terreno un altro 7,6%, chiudendo sotto la soglia dei 3.000 punti per la prima volta da 8 mesi.

Un problema di fiducia nella capacità d’intervento delle autorità, spiegano gli esperti, arginato soltanto dalla decisione della Banca centrale di tornare a immettere nuova liquidità nel sistema. E, soprattutto, dal taglio dei tassi di interesse deciso stamane (il quinto da novembre) e dei requisiti di liquidità di riserva delle banche.