ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Economia russa, il governo prevede il 3,3% di contrazione nel 2015

Alla fine anche dalle parti del Cremlino si sono dovuti arrendere all’evidenza: la frenata economica della Russia sarà persino peggiore di quanto

Lettura in corso:

Economia russa, il governo prevede il 3,3% di contrazione nel 2015

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla fine anche dalle parti del Cremlino si sono dovuti arrendere all’evidenza: la frenata economica della Russia sarà persino peggiore di quanto ipotizzato in precedenza.

A spingere il ministero dell’Economia ad abbassare le previsioni per quest’anno al -3,3% è stato il petrolio, cioè la principale fonte di entrate di Mosca, che negli ultimi giorni ha registrato un nuovo crollo del prezzo al barile a causa dei timori per l’economia cinese.

Il risultato, è stato un nuovo tonfo della moneta russa, che lunedì ha toccato i minimi da inizio anno: oltre 70 rubli per un dollaro americano e 82 per un euro.

Da Mosca assicurano che, dal baratro del -4,6% annuale visto nel secondo trimestre l’economia non potrà che tornare a crescere.

Ma il tasso di inflazione, già alto a causa della guerra di sanzioni con l’Occidente, potrebbe ora superare 15,6% di luglio. Il che complicherebbe non poco la vita della banca centrale, da tempo impegnata in un progressivo abbassamento dei tassi d’interesse.