ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bielorussia: il regime libera 6 oppositori politici

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha ordinato il rilascio di sei oppositori, considerati gli ultimi prigionieri politici nell’ex

Lettura in corso:

Bielorussia: il regime libera 6 oppositori politici

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha ordinato il rilascio di sei oppositori, considerati gli ultimi prigionieri politici nell’ex repubblica sovietica.

Tra i detenuti appena liberati vi è anche Mikola Statkevitch, ex candidato alla presidenza, in carcere dal 2010.
La decisione di Lukashenko arriva mentre il paese si prepara a una nuova tornata elettorale, con le presidenziali di ottobre.

“Non pensavo che Lukashenko avrebbe avuto il coraggio di liberarmi prima delle elezioni – dice l’oppositore Mikola Statkevitch – Forse non avevano più soldi per il carcere. Ora per loro la situazione è ottimale. L’opposizione è in una situazione di stallo. Non può boicottare la consultazione e non è in grado di sostenere nemmeno un proprio candidato. Ecco perché mi hanno rilasciato”.

Alexander Lukashenko, in corsa per il quinto mandato consecutivo, guida il paese con il pugno di ferro dal 1994, quando per emergere aveva basato la sua campagna elettorale sulla lotta alla corruzione. In seguito nel paese è stata bandita anche la libertà di associazione.

Ora, dopo il rilascio dei 6 oppositori, Germania e gli altri paesi europei hanno parlato di un possibile riavvicinamento tra Unione Europea e Bielorussia.