ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Cina: governo, inquinamento a Tianjin non supera standard nazionali


Cina

Cina: governo, inquinamento a Tianjin non supera standard nazionali

Le autorità cinesi tentano di minimizzare l’impatto delle esplosioni di Tianjin sulla salute. Polli, piccioni e conigli sono stati portati per due ore nella zona dove è saltato in aria il magazzino di cianuro di sodio il 12 agosto, per comunicare alla popolazione che non ci sono rischi.

Un gruppo di esperti chimici dell’esercito cinese ha compiuto esami su aria, terra e suolo nella zona principale delle esplosioni.

Tian Weiyong, direttore del centro per le emergenze al ministero per la protezione ambientale: “A giudicare dai risultati degli esami e dai dati raccolti, l’inquinamento dell’aria nella zona centrale è controllabile e l’inquinamento ambientale al di fuori di tale zona non ha oltrepassato gli standard nazionali”.

Ma la popolazione ha paura e a suscitare ansia sono anche le immagini di migliaia di pesci morti in un fiume vicino. Secondo il comune di Tianjin, in acque vicine al sito sono stati rilevati livelli di cianuro fino a 356 volte superiori alla soglia di tolleranza.

I commenti di alcuni residenti:

“Voglio che il governo compri il mio appartamento. Tutta questa zona è un incubo per mio figlio. Ha troppa paura di tornare”.

“Il nostro problema principale è l’inquinamento chimico. È quanto spaventa più di tutto. L’acqua che i nostri figli bevono e l’aria che respirano”.

Venerdì nella zona delle esplosioni del 12 agosto che hanno fatto 116 morti si sono verificati quattro incendi, uno in un deposito di automobili.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Danimarca: furto di un busto di Rodin, ricercati due uomini