ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tianjin: il racconto di un pompiere ferito

Le testimonianze che trapelano col passare dei giorni rendono più chiaro il quadro della tragedia di Tianjin. Un pompiere, intervenuto sul posto, ha

Lettura in corso:

Tianjin: il racconto di un pompiere ferito

Dimensioni di testo Aa Aa

Le testimonianze che trapelano col passare dei giorni rendono più chiaro il quadro della tragedia di Tianjin. Un pompiere, intervenuto sul posto, ha raccontato di essere stato soppraffatto dalle fiamme.

L’uomo è stato intervistato in ospedale il 14 agosto, ma la TV cinese ha diffuso le immagini solo nelle ultime ore.

“Tutto il cielo si è incendiato – ha raccontato il vigile del fuoco -. L’onda d’urto mi ha catapultato in aria. Il mio casco è volato via. Era come un altro mondo, con fiamme che cadevano come pioggia sulla mia testa. La visibilità era da 4 a 5 metri.”

“Ho cercato un posto per nascondermi – ha aggiunto -. Cercavo anche i miei colleghi, ma non ne vedevo nessuno. La visibilità era molto bassa. Li chiamavo per nome, ma nessuno rispondeva. Poi ho cercato di scappare con un caposquadra e un agente.
Non avevamo più i caschi, era il caos e non vedevo niente. Era l’inferno.”