ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Doping in atletica: studio tedesco choc censurato dalla Iaaf

Un terzo degli atleti dei campionati del mondo del 2011 in Corea del Sud ha fatto ricorso a sostanze dopanti: emerge da studio dell’Università di

Lettura in corso:

Doping in atletica: studio tedesco choc censurato dalla Iaaf

Dimensioni di testo Aa Aa

Un terzo degli atleti dei campionati del mondo del 2011 in Corea del Sud ha fatto ricorso a sostanze dopanti: emerge da studio dell’Università di Tubinga del 2011. I dati del dossier, finanziato dall’Agenzia mondiale Antidoping, sono stati resi noti dal “Sunday Times”. L’università tedesca di Tubinga ha intervistato centinaia di atleti concludendo che tra 29% e il 34% dei 1800 partecipanti ha violato alcune norme antidoping nei 12 mesi precedenti.

La pubblicazione dello studio, denunciano i ricercatori, è stata bloccata dall’Associazione internazionale delle Federazioni di atletica leggera (Iaaf) che aveva autorizzato la ricerca riservandosi il diritto di veto sulla pubblicazione.

“Il doping è estremamente diffuso e resta un fenomeno fuori controllo nel mondo dell’atletica” conclude lo studio tedesco.