ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: le soluzioni abitative per richiedenti asilo

I migranti che sbarcano in Italia, o che seguono la rotta dei Balcani, in buona parte tentano poi di andare in Germania. Alcuni ce la fanno, ma cosa

Lettura in corso:

Germania: le soluzioni abitative per richiedenti asilo

Dimensioni di testo Aa Aa

I migranti che sbarcano in Italia, o che seguono la rotta dei Balcani, in buona parte tentano poi di andare in Germania.

Alcuni ce la fanno, ma cosa trovano sul posto? Per evitare il bivacco nelle periferie o intorno alle stazioni, le autorità tedesche si attrezzano con delle tendopoli, e ora anche con delle specie di container climatizzati. Oppure li alloggiano in villaggi fantasma come questo nella periferia di Kerpen, alle porte di Colonia. Quartiere comperato da un colosso energetico per farne abitazioni di servizio per una miniera a cielo aperto, ma temporaneamente adattato a rifugio per richiedenti asilo, come questo serbo:

“Sto bene qui – dice -, e non mi interessa se ho dei vicini o meno. Qui mi sento al sicuro. Ho un posto per dormire, non dormo più per strada. Sono grato per quello che abbiamo qui, e per il fatto di poter vivere tranquillamente con la mia famiglia”.

La Germania quest’anno vede un afflusso-record di rifugiati, praticamente tutti i comuni devono organizzarsi e la richiesta dei box abitativi cresce a dismisura. Oltrefrontiera, nella Repubblica Ceca, l’azienda che li produce fatica a tenere il ritmo:

“La nostra capacità produttiva annuale è di circa 75.000 metri quadri. Ma già la sola città di Amburgo ha pianificato entro la fine dell’anno di aprire quartieri di alloggio e residenza per rifugiati su circa 60.000 metri quadri”, dice il direttore commerciale dell’azienda.