ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

The Corner: Di Maria 're' del mercato, il River torna sul trono del Sudamerica

Il calcio europeo riparte dopo le vacanze estive e puntuale torna anche l’appuntamento con ‘The Corner’ su Euronews. Il mercato è il passatempo

Lettura in corso:

The Corner: Di Maria 're' del mercato, il River torna sul trono del Sudamerica

Dimensioni di testo Aa Aa

Il calcio europeo riparte dopo le vacanze estive e puntuale torna anche l’appuntamento con ‘The Corner’ su Euronews. Il mercato è il passatempo preferito dai tifosi in questo periodo: ecco perché abbiamo deciso di partire con la lista dei cinque acquisti più costosi. Abbiamo considerato solo gli affari ufficiali. Nell’elenco non compare quindi Karim Benzema, che nei prossimi giorni potrebbe volare in cima alla lista se il Real Madrid dovesse cedere alle ricchissime offerte in arrivo dalla Premier League.

TOP 5 ACQUISTI PI Ù COSTOSI Angel Di Maria – PSG (63 milioni di euro) Angel Di Maria riparte dal Paris Saint-Germain. L’argentino cerca il rilancio in Francia dopo un anno da dimenticare al Manchester United. Per averlo lo sceicco Al Thani non ha esitato a sborsare i 63 milioni chiesti dai Red Devils Raheem Sterling – Manchester City (62,5 milioni) Dopo tre stagioni a Liverpool, dove ha conquistato in fretta il cuore dei tifosi, Raheem Sterling ha scelto di “tradire” i Reds per sposare il Manchester City. 62,5 milioni e mezzo di euro la cifra spesa dai Citizens per regalarlo a Pellegrini. Christian Benteke & Roberto Firmino – Liverpool (46,5 + 41 milioni) Il Liverpool non ha perso tempo dopo il dolorso addio di Sterling. Brendan Rodgers ha aperto i cordoni della borsa e ha speso quasi 90 milioni di euro per portare ad Anfield l’attaccante belga Christian Benteke e il trequartista brasiliano Roberto Firmino. Arturo Vidal to Bayern Munich (37 milioni) Dopo aver vinto quattro scudetti di fila con la Juvenuts, Arturo Vidal proverà a ripetersi nella Bundsliga. Il Bayern Monaco ha messo sul piatto 37 milioni di euro per convincere i bianconeri a lasciare partire il tuttofare cileno. UP & DOWN Con l’inizio di Premier League e Ligue 1 torna anche il nostro tradizionale appuntamento con ‘Up & Down’. Scopriamo insieme chi sono i migliori e i peggiori della settimana. River, il titolo più bello Dalla prima, umiliante retrocessione Serie B al trono del Sudamerica nel giro di quattro anni. E’ la favola del River Plate, che ha conquistato la sua terza Copa Libertadores battendo nella doppia finale i messicani del Tigres. Wilshere, incubo infortuni Gli infortuni non danno tregua a Jack Wilshere. Il giocatore dell’Arsenal dovrà stare ai box per due mesi dopo essersi rotto il perone in allenamento. Per il 23enne centrocampista inglese si tratta del 21esimo infortunio negli ultimi sei anni! Cech, esordio amaro L’Arsenal punta su Petr Cech per dare sicurezza al reparto difensivo, ma l’esordio in Premier con la nuova maglia si è rivelato un incubo per il portiere ceco, principale colpevole del ko casalingo con il West Ham. Bielsa, ‘El Loco’ colpisce ancora Per tutti è ‘El Loco’, il matto, e Marcelo Bielsa ha dimostrato ancora una volta di meritare il suo soprannome. Il tecnico argentino ha spiazzato dirigenti e tifosi del Marsiglia annunciando le sue dimissioni subito dopo la sconfitta con il Caen nella prima giornata della Ligue 1. WE MIGHT BE WRONG Questa settima assieme alla Bundesliga tornano anche i nostri pronostici. Non dimenticate però che potremmo anche sbagliarci, quindi non siate pigri e inviateci i vostri pronostici su Facebook e Twitter usando l’hashtag #TheCornerScores.

Shakhtar – Dnipro 3-1

Manchester City – Chelsea 1-1

Bayern Monaco – Amburgo 3-0

Saint-Etienne – Bordeaux 3-1

ROAD TO EURO Il 2016 sarà l’anno degli Europei in Francia. Per arrivare preparati all’appuntamento ripercorreremo insieme i momenti chiave nella storia del torneo in una nuova rubrica intitolata ‘Road to Euro’. Partiamo dall’inizio e torniamo indietro di 55 anni, quando si disputò la prima edizione.

L’idea di un torneo che mettesse di fronte le migliori nazionali europee fu proposta per la prima volta nel 1927 da Henri Delaunay, segretario generale della federcalcio francese. L’idea però si concretizzò solo nel 1958, tre anni dopo la morte di Delaunay, a cui venne dedicato il trofeo. Alla fase finale della prima edizione, disputata nel 1960 in Francia, parteciparono solo quattro delle diciassette squadre iscritte al torneo.

Il titolo andò all’Unione Sovietica, che battè 2-1 la Jugoslavia nella finale giocata al Parco dei Principi di Parigi. La Spagna rinunciò ad affrontare l’Unione Sovietica nei quarti di finale per motivi politici e fu eliminata a tavolino. Quella prima edizione è ricordata anche per le assenze illustri: Italia, Germania Ovest, Inghilterra e Olanda rinunciarano ad iscriversi.

BLOOPERS Chiudiamo questa puntata con le immagini della presentazione delle nuove divise dell’Arsenal. I Gunners hanno deciso di divertirsi assieme ai loro tifosi, chiedendo ad alcuni di loro di indossare le nuove maglie. Scoprite nel video cosa è successo dopo.