This content is not available in your region

Mali: manca l'acqua, critiche alle truppe Onu

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Mali: manca l'acqua, critiche alle truppe Onu

<p>Una grave penuria idrica colpisce le città del nord del Mali già sconvolte dalla guerra. A Kidal solo i generatori della Croce Rossa consentono di pompare l’acqua dai pozzi, ma le quantità sono insufficienti e la popolazione accusa le truppe internazionali di utilizzare troppa acqua per le proprie necessità.</p> <p>“È davvero una situazione di crisi grave – spiega Mazou Ibrahim Toure, un abitante di Kidal - e MINUSMA ne è responsabile. Pur con tutte le sue forze e i suoi mezzi, MINUSMA non ha creato nuovi pozzi per aiutare la popolazione. Non fanno niente. Finora non hanno fatto niente.”</p> <p>La coalizione respinge le critiche. Christophe Sivillon dichiara: “Le accuse che sentiamo su MINUSMA come causa di tutti i problemi e di quelli relativi all’acqua in particolare vengono mosse troppo in fretta. Siamo in una situazione in cui il governo del Mali non c‘è. Il 50% dei consumatori d’acqua, una gran parte della popolazione di Kidal se n‘è andata, quindi non penso che MINUSMA stia rubando l’acqua di Kidal.”</p> <p>Il punto di approvvigionamento più vicino alla città dista 10 chilometri. I conducenti dei camion cisterna escono alle 5 del mattino per raggiungere i pozzi per primi. Ai residenti l’acqua arriva a costare anche più di 6 euro al barile.</p> <p>La siccità è tra le cause della cronica carestia che rischia di destabilizzare ulteriormente la regione.</p>