ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il giorno della Banca d'Inghilterra: tassi fermi e inflazione sotto controllo

Lettura in corso:

Il giorno della Banca d'Inghilterra: tassi fermi e inflazione sotto controllo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il “super giovedì” della Banca d’Inghilterra,come lo avevano soprannominato gli addetti ai lavori, è finalmente arrivato. Per la prima volta nella storia il comitato di politica monetaria guidato dal governatore Mark Carney svelava in contemporanea la decisione sui tassi d’interesse, le minute della riunione e le nuove previsioni economiche.

Ma il verdetto non si è rivelato altrettanto entusiasmante: soltanto un membro ha votato a favore di un aumento del costo del denaro, contro i due previsti dai sondaggi. Risultato: tassi fermi al minimo storico dello 0,5%, con il resto del comitato che non sembra avere alcuna fretta di approvare il primo rialzo dal lontano 2007.

Il motivo? Come già scritto nelle proiezioni di maggio l’inflazione dovrebbe raggiungere l’obiettivo del 2% solo tra due anni. Pesano il calo dei prezzi del petrolio, ma anche la forza della sterlina che rende le importazioni più economiche. Rispetto a maggio, però, la banca centrale britannica ha alzato la crescita economica per quest’anno al 2,5% e l’aumento degli stipendi al 3%.