ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Naufragio al largo della Libia

Centinaia di migranti tratti in salvo, ma è pesante il bilancio delle vittime.

Lettura in corso:

Naufragio al largo della Libia

Dimensioni di testo Aa Aa

Un barcone con cui almeno 600 migranti tentavano di raggiungere l’Italia è affondato in pochi minuti al largo delle coste libiche.
Circa 400 le persone salvate e 25 i cadaveri recuperati, ma si teme che il bilancio finale sarà molto più pesante.

Circa 100 migranti sarebbero rimasti intrappolati nella stiva.
Diverse imbarcazioni partecipano alle ricerche dei dispersi.

Melissa Fleming, dell’agenzia dell’Onu per i rifugiati, spiega: “Sembra che dalla nave sia arrivato un segnale, qualche telefonata. Era a sole 15 miglia di distanza dalla Libia, quindi probabilmente all’inizio del viaggio. Quando hanno intravisto un’imbarcazione di soccorso, si sono fatti prendere dalla paura, si sono spostati sul fianco e la nave si è rovesciata tragicamente.”

Quasi ogni giorno imbarcazioni partite dalla Libia vengono soccorse o intercettate mentre tentano di approdare sulle coste italiane.
Dall’inizio dell’anno più di 2000 migranti hanno perso la vita durante queste traversate.

Ad aprile, il naufragio di un barcone che ha provocato centinaia di vittime ha suscitato viva emozione e spinto l’Unione europea ad incrementare le risorse per la sorveglianza e i salvataggi in mare.