ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

EYOF 2015: Tbilisi, la sfilata delle nuove stelle dello sport

Un successo planetario. Si puo’ definire cosi’ la 13esima edizione del Festival olimpico della gioventù europea, che si è concluso sabato a Tblisi

Lettura in corso:

EYOF 2015: Tbilisi, la sfilata delle nuove stelle dello sport

Dimensioni di testo Aa Aa

Un successo planetario. Si puo’ definire cosi’ la 13esima edizione del Festival olimpico della gioventù europea, che si è concluso sabato a Tblisi. Per una settimana, la capitale della Georgia si è trasformata nella capitale dello sport.

Oltre 2300 atleti di 50 paesi diversi si sono sfidati in 9 discipline. Tra loro, i nuovi Tony Parker, Roger Federer, Chris Froome, Federica Pellegrini, ovvero i futuri fenomeni europei dello sport.

A dominare la sei giorni di gare, come da pronostico, è stata la Russia, che ha chiuso in testa con 37 medaglie, di cui 17 d’oro. Splendido risultato per la spedizione azzurra, che chiude al secondo posto nel medagliere con 12 ori, 2 argenti e 10 bronzi.

Nella prima giornata di gare, che ha inaugurato lo stadio dell’atletica di Tblisi, straordinario trionfo nei 2mila siepi femminili da parte dell’olandese Jasmijn Bakker. Tra gli uomini, invece, successo per l’austriaco Stefan Schmid

Molti i record frantumati nell’atletica. Fantastica la prova nei 400 ostacoli femminili di Viivi Lehikanen. La finlandese ha migliorato il precedente primato di 25 centesimi, precedendo la francese Jean e la norvegese Skjeggestad.

Record dei Giochi battuto anche nel salto con l’asta femminile, dove la russa Elizaveta Bondarenko ha chiuso in 4 metri e 20. Argento per la svedese Lisa Ulrika Gunnarson, bronzo per la ceca Amalie Svabikova.

La ginnastica ha rivelato due futuri campioni. Tra le donne, impressionante il talento di Daria Skrypnik. La russa ha infatti chiuso i suoi Giochi con un totale di sei medaglie, di cui tre d’oro.

Appena un gradino piu’ sotto, tra gli uomini, Joe Connor Fraser, che si è portato in Gran Bretagna cinque medaglie, di cui tre d’oro. E’ lui il futuro della ginnastica artistica di Sua Maestà.

Spettacolo sul tatami per gli incontro di judo. Nella categoria fino a 60 kg uomini, successo per il georgiano Robinzon Beglarishvili, che ha battuto con un waza-ari l’azzurro Manuel Lombardo.

Georgia assoluta protagonista tra le donne. Nella categoria fino ai 52 kg, vittoria per Mzia Beboshvili Nella categoria fino a 57 kg, la padrona di casa Eteri Liparteliani ha battuto in finale la polacca Anna Paula Dabrowska.

Trionfo georgiano anche nella categoria fino ai 90 kg maschile, con Onise Saneblidze che ha conquistato l’oro. Podio completato dal russo Tumaev e dall’ucraino Babenko.

L’appuntamento è tra due anni esatti, a Gyor, in Ungheria, per la 14esima edizione del Festival olimpico della gioventù europea.