ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Manifestazioni pro e contro immigrati nella parte inglese di Eurotunnel

La situazione fra le due coste che si affacciano sulla Manica sta precipitando. I problemi di ordine pubblico causati non solo dagli immigrati

Lettura in corso:

Manifestazioni pro e contro immigrati nella parte inglese di Eurotunnel

Dimensioni di testo Aa Aa

La situazione fra le due coste che si affacciano sulla Manica sta precipitando. I problemi di ordine pubblico causati non solo dagli immigrati illegali, ma anche dalle misure messe in atto per identificarli, stanno creando grosse difficoltà a chi nel Kent inglese ci vive o ci lavora.

Una manifestazione ha messo di fronte favorevoli e contrari agli immigrati. Qualche spintone e due mondi troppo distanti per comprendersi.

Dice una donna: “Il Regno unito non fa la sua parte nell’accettare il suo contingente di rifugiati. Voglio solo dire che è orribile la risposta che diamo alle persone che cercano di arrivare qui”.

I gruppi euroscettici o xenofobi continuano ad aumentare il loro peso specifico. Qualcuno, anche se dall’apparenza minacciosa, spiega un punto di vista un po’ più articolato: “Siamo contro l’immigrazione selvaggia. Immigrazione si, ma controllata. Ben vengano se queste persone arrivano nel nostro paese con una formazione, se parlano inglese, hanno delle capacità e possono lavorare qui e paghino le tasse”.

Intanto l’opposizione laburista invita il governo a chiedere i danni alla Francia vista l’incapacità di Parigi a controllare il flusso migratorio al tunnel sotto la Manica.