ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: incriminato l'agente per aver ucciso l'afroamericano Dubose

Negli Stati Uniti è stato incriminato da un Gran giurì dell’Ohio Ray Tensing, poliziotto bianco accusato di aver ucciso un 42enne di colore, Samuel

Lettura in corso:

Usa: incriminato l'agente per aver ucciso l'afroamericano Dubose

Dimensioni di testo Aa Aa

Negli Stati Uniti è stato incriminato da un Gran giurì dell’Ohio Ray Tensing, poliziotto bianco accusato di aver ucciso un 42enne di colore, Samuel Dubose, a Cincinnati. L’afroamericano era stato fermato il 19 luglio dall’agente perché la sua automobile era sprovvista della targa anteriore. Dubose era disarmato e non violento. Si vede nelle riprese video della “body-cam” in dotazione all’agente, rese pubbliche solo questo mercoledì dopo l’iniziale opposizione dei pubblici ministeri. Secondo le prime ricostruzioni, dopo una breve colluttazione il poliziotto avrebbe sparato un colpo di pistola mortale sulla testa dell’automobilista. Tensing ha “volutamente” ucciso secondo il procuratore della contea di Hamilton Joe Deters:

“Si tratta dell’atto piu stupido che io abbia mai visto compiere da un agente di polizia. Non c‘è nessuna giustificazione. Una tragedia assoluta di questo 2015. Un’azione senza senso”.

Se condannato, il 25 enne agente della polizia universitaria di Cincinnati rischia fino all’ergastolo. Quello di Dubose è un altro nome che si aggiunge alla lista degli afroamericani disarmati uccisi dalla polizia negli Stati Uniti. Da da Eric Garner a New York fino fino a Freddie Gray a Baltimora: una serie di omicidi che hanno fatto montare la protesta in tutto il paese.