ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il pezzo d'ala ritrovato alla Réunion potrebbe risolvere il mistero del volo MH370

Il pezzo di ala di aereo ritrovato sulla costa dell’isola francese della Réunion, sull’oceano Indiano, potrebbe appartenere al volo Malaysia airlines

Lettura in corso:

Il pezzo d'ala ritrovato alla Réunion potrebbe risolvere il mistero del volo MH370

Dimensioni di testo Aa Aa

Il pezzo di ala di aereo ritrovato sulla costa dell’isola francese della Réunion, sull’oceano Indiano, potrebbe appartenere al volo Malaysia airlines 370, scomparso misteriosamente nel marzo dell’anno scorso. Il pezzo è molto probabilmente di un Boeing 777. Chiamato flaperon è installato sul bordo posteriore dell’ala e serve a sostentare l’aereo a basse velocità e a stabilizzarlo in crociera.

“Gli oceanografi – dice l’esperto di aviazione Geoffrey Thomas – hanno sempre detto che i detriti potrebbero essere ritrovati nel sud dell’Indonesia o sulla costa orientale dell’Africa o sulle isole. Ogni singola parte di un aeroplano, tutti i milioni di pezzi hanno un numero di serie. Con questo si può risalire al giorno della costruzione. Se il numero sarà ritrovato dirà se appartiene a un Boeing 777 e se appartiene al volo MH370”.

Diretto da Kuala Lumpur a Pechino, l’aereo non ha dato più notizie di sé pochi minuti dopo il decollo. Da analisi compiute con radar e satelliti, risulta che il Boeing abbia cambiato rotta e volato per diverse ore in direzione sud-ovest. Le ricerche si sono dunque concentrate su un’area molto vasta e, pur con un ridotto numero di mezzi, continuano tutt’ora. L’isola della Réunion è al di fuori dell’area di ricerche, ma gli esperti affermano che il flaperon potrebbe aver galleggiato e, calcolando la velocità delle correnti, è plausibile che abbia percorso migliaia di chilometri negli ultimi 16 mesi.

Per i parenti delle 239 vittime, in gran parte cinesi, si riaccende la speranza di poter trovare una risposta al mistero sulla sorte dei loro cari.