ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunnel della Manica, Francia e Gran Bretagna rafforzano la sicurezza dopo la morte di un migrante nell'assalto all'imbarco di Calais

Francia e Gran Bretagna compatte con l’obiettivo di rafforzare la sicurezza del tunnel sotto la Manica, dopo l’ennesimo assalto di migliaia di

Lettura in corso:

Tunnel della Manica, Francia e Gran Bretagna rafforzano la sicurezza dopo la morte di un migrante nell'assalto all'imbarco di Calais

Dimensioni di testo Aa Aa

Francia e Gran Bretagna compatte con l’obiettivo di rafforzare la sicurezza del tunnel sotto la Manica, dopo l’ennesimo assalto di migliaia di migranti al terminal di Calais nel tentativo di raggiungere il Regno Unito, e la morte di uno di loro, nella notte tra martedì e mercoledì.

Il ministro dell’Interno francese Bernard Cazeneuve: “Anche l’Eurotunnel deve assumersi le proprie responsabilità, naturalmente, in particolare per quanto riguarda la sicurezza all’interno dell’infrastruttura. Lo dico in spirito di responsabilità, senza intento di polemica, perché la questione è troppo seria”.

Oltre a ritardi nei servizi, l’episodio ha causato anche un aumento delle code sull’autostrada M20 nel Kent con camion diretti in Francia incolonnati, per i controlli di sicurezza.

La ministra dell’Interno britannica Theresa May: “Stiamo lavorando molto duramente con le autorità francesi e con il Gruppo Eurotunnel per garantire un innalzamento dei livelli di sicurezza a Coquelles, affinché questi episodi non si verifichino piu’. Noi tutti vogliamo vedere il tunnel sotto la Manica operare pienamente, così come il porto di Calais, in modo che le persone possano fare i loro viaggi senza questo genere di inconvenienti”.

La Gran Bretagna stanzierà altri 7 milioni di sterline che saranno usati per costruire una recinzione di 2 chilometri all’imbarco a Coquelles, nel Nord della Francia, e che si andranno ad aggiungere ai 15 milioni già stanziati in precedenza. Dal canto suo, la Francia potenzierà il dispositivo di polizia con altri 120 agenti.