ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Primo trapianto di entrambe le mani su un bambino

Per la prima volta, un bambino ha subito il trapianto di entrambe le mani e degli avambracci. Zion Harvey, 8 anni di Baltimora, negli Stati Uniti

Lettura in corso:

Primo trapianto di entrambe le mani su un bambino

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la prima volta, un bambino ha subito il trapianto di entrambe le mani e degli avambracci. Zion Harvey, 8 anni di Baltimora, negli Stati Uniti, può ora sperare in una vita normale dopo aver perso mani e piedi per una grave infezione quando era molto piccolo.

“Quando l’ho incontrato – dice Scott Levin, direttore della clinica -, gli ho chiesto: Perché vuoi le mani? Otto anni di età, non sapevo quale potesse essere la risposta. E lui mi ha detto: voglio arrampicarmi sui giochi da giardino”.

Portata a termine in un ospedale di Filadelfia, l’operazione è durata 11 ore e ha richiesto l’intervento di un équipe di 40 persone. Le nuove ossa sono state fissate con placche metalliche, poi sono stati ricollegati muscoli, nervi, tendini, vasi sanguigni.
Il piccolo Zion ha già esperienza di importanti interventi chirurgici: aveva già subito infatti il trapianto di un rene ed era già sotto trattamento anti-rigetto. Dovrà comunque prendere farmaci per tutta la vita, anche se non sembra un tipo che si lascia facilmente impressionare.

“Se l’intervento non fosse andato bene – ha detto il bambino -, so che potevo contare comunque sull’aiuto della mia famiglia”.

I trapianti di mani, ma su pazienti adulti, erano cominciati in Francia nel 1998.