ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Visita in Etiopia: oggi Obama alla sede dell'Unione Africana

Con la prima visita di un Presidente statunitense in Etiopia, Barack Obama poggia il piede su un terreno scivoloso. Oggi il Capo della Casa Bianca

Lettura in corso:

Visita in Etiopia: oggi Obama alla sede dell'Unione Africana

Dimensioni di testo Aa Aa

Con la prima visita di un Presidente statunitense in Etiopia, Barack Obama poggia il piede su un terreno scivoloso. Oggi il Capo della Casa Bianca, che ha incontrato il Primo Ministro etiope Hailemariam Desalegn, prenderà la parola nel Palazzo dell’Unione Africana che ha sede ad Addis-Abeba.

All’Etiopia, secondo Paese del continente africano per numero di abitanti dopo la Nigeria e partner strategico in materia di sicurezza, gli Stati Uniti hanno versato lo scorso anno 490 milioni di dollari (l’equivalente di 446 milioni di euro).

La crisi in Sud Sudan, Paese nato appena 4 anni fa e che da quasi due sprofonda nella guerra civile, è stato oggetto di un mini vertice a cui erano presenti Obama e il suo omologo etiope Mulatu Teshome.

La repressione del dissenso, il bavaglio imposto alla stampa, le uccisioni arbitrarie e le torture sono l’altra faccia di un’Etiopia che prevede il 10,5% di crescita per il 2015-2016. E benchè il tour africano di Obama assuma a tratti i toni di una visita turistica, il Presidente ha evocato la questione dei diritti dell’uomo affermando che “se si ascolta la voce di tutti si ha maggior successo”.

“That’s amazing” è stato il commento di Barack Obama che ha potuto osservare (e toccare) i resti delle ossa di “Lucy”, l’ominide africano scoperto in Etiopia che ha vissuto 3.2 milioni di anni fa. I reperti sono stati trasportati dal museo in cui sono conservati al Nationl Palace appositamente per l’occasione.