ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: parlamento approva II pacchetto riforme

Il parlamento greco approva il secondo pacchetto di riforme richieste dai creditori con 230 ‘Sì’, 63 ‘No’, 5 astenuti, 2 assenti e riapre cosí la

Lettura in corso:

Grecia: parlamento approva II pacchetto riforme

Dimensioni di testo Aa Aa

Il parlamento greco approva il secondo pacchetto di riforme richieste dai creditori con 230 ‘Sì’, 63 ‘No’, 5 astenuti, 2 assenti e riapre cosí la trattativa sul piano di salvataggio concordato con Bruxelles.

Il consenso del parlamento era condizione essenziale perchè le istituzioni, Commissione europea (CE), Banca centrale europea (BCE) e fondo monetario internazionale (FMI) accettasero di sedersi al tavolo per negoziare un nuovo prestito.

Alexis Tsipras, primo ministro greco: “Non intendo lasciare volontariamente il forte. Non siamo dei vili, non saremo quelli che gettano via gli scudi, né ci compiangeremo per battaglie perdute. Le battaglie perdute sono, in primo luogo, battaglie mai combattute.”

La maggioranza è ottenuta con il voto a favore, e a sorpresa, dell’ex ministro delle Finanze Yanis Varoufakis, che capovolge il ‘No’ della scorsa settimana. Il ‘Sì’ guadagna altri 4 voti tra gli astenuti di Syriza del voto precedente.

Evangelos Meimarakis, principale leader dell’opposizione Nuova Democrazia: “Non siamo a favore delle misure e non sosteniamo il governo di Syriza, ma sosteniamo la nostra patria per questo votiamo ‘Sì’ per garantire la permanenza del nostro paese nell’euro, votiamo ‘Sì’ per ripristinare la fiducia che è stata persa per colpa delle tue (Tsipras) azioni.”

Giannisis Stamatis, Atene, euronews: “Dopo un acceso dibattito durato fino alle prime ore del mattino giovedí il governo di coalizione di Alexis Tsipras a quanto pare vince la battaglia, ma non la guerra, visto che l’intransigente ala sinistra del partito di governo Syriza, ancora una volta si oppone all’accordo con i creditori del paese.”