ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Clown, marionette e acrobati al Winged Dragon Street Theatre Festival

Lettura in corso:

Clown, marionette e acrobati al Winged Dragon Street Theatre Festival

Dimensioni di testo Aa Aa

Come ogni luglio, la piccola cittadina medievale di Nyírbátor, nell’Ungheria dell’est, è diventata teatro di eventi all’aperto. Per tre giorni, le

Come ogni luglio, la piccola cittadina medievale
di Nyírbátor, nell’Ungheria dell’est, è diventata teatro di eventi all’aperto. Per tre giorni, le strade si sono riempite di colori e suoni per il Winged Dragon Street Theatre Festival, giunto alla sua 23ª edizione.

Un festival minore ma decisamente interessante come assicura Agnieszka Musiałowicz, capocomico della compagnia polacca Teatr Akt: “Non importa che sia piccolo, che non ci siano moltissime persone. L’importante è l’atmosfera. Qui gli artisti e il pubblico sono a contatto. Si incontrano molte compagnie, molti teatri e tutti si sentono a casa”.

Forse però le più grandi star del festival sono state quelle più piccole: Mikropódium. András Lénárt, artista ungherese, muove in modo speciale le sue magiche marionette. La sua tecnica mescola i trucchi del teatro vietnamita sull’acqua e i giochi di ombre indonesiani.

“Si tratta – spiega – di una rappresentazione sottile e spirituale. Lo spettacolo si intitola STOP. Che significa fermati e guarda Interrompi la tua corsa quotidiana e guarda le marionette, un miracolo che difficilmente puoi vedere altrove”.

La sua piccola ballerina ha incantato grandi e piccini
in più di 280 festival internazionali, in tutto il mondo.

Nella cittadina magiara, dal 10 al 12 luglio, si sono alternate più di 50 performance di teatro di strada. Gli spettatori hanno potuto incontrare burattinai, giocolieri, acrobati, trampolieri, musicisti. Ma il Winged Dragon Festival ha richiamato anche organizzatori di eventi.

“Questo è anche un appuntamento per i professionisti, una sorta di vetrina – chiarisce György Dózsa, direttore del Festival – Qui arrivano, dall’Ungheria come dall’estero, molti organizzatori di festival per scegliere delle produzioni”.

Josefina Perez Gardey e Juan Ignacio Rey sono arrivati da Buenos Aires, in Argentina. Lei, il clown Muruya, gira il mondo con il suo ‘One Girl Show’.
È stata la sua prima volta in Ungheria e la risposta del pubblico l’ha soddisfatta.

“Questo Paese, l’Ungheria, e le persone sono piuttosto simili a noi. Gli altri europei sono più freddi, più seri… qui ci si diverte di più”.

Juan Ignacio Rey è giocoliere, acrobata e clown. Ha portato in tutto il mondo il suo spettacolo dal titolo “Manic Freak little clown”, raggiungendo in 12 stagioni ben 600 rappresentazioni.
Nel 2005 ha fondato il festival ‘Hazmereir’ (Fammi ridere) che si svolge nella città di Mar del Plata.

“Se avete voglia di giocare, divertirvi o fare divertire gli altri – conclude Erika Kocsor, corripondente di euronews – l’appuntamento è per il prossimo anno al Winged Dragon Festival”.