ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Karlovy Vary, i premiati

Lettura in corso:

Karlovy Vary, i premiati

Dimensioni di testo Aa Aa

Fra i grandi nomi ospiti alla 50a edizione del Festival Cinematografico di Karlovy Vary (Repubblica Ceca) anche l’attore statunitense Harvey Keitel

Fra i grandi nomi ospiti alla 50a edizione del Festival Cinematografico di Karlovy Vary (Repubblica Ceca) anche l’attore statunitense Harvey Keitel.

Il Festival ha assegnato il Globo di Cristallo al film americano
“Bob and the Trees”, del regista franco-statunitense Diego Ongaro. Bob, un contadino cinquantenne col debole per il golf, tenta un investimento per migliorare gli affari ma le cose andranno male. Questo è solo il primo degli eventi che incrineranno la tranquilla vita di Bob. Lo stile è quello del dramma verità.

Il Globo di Cristallo per il miglior regista quest’anno è andato al cineasta kosovaro Visar Morina per il suo dramma “Babai”.

Nel plot il mondo del piccolo kossovaro Nori è dominato dalla figura del padre Gezim che pero’ un giorno se ne andrà a lavorare in occidente. Quest’opera prima di Morina ha preteso 8 anni di gestazione.

Per la sezione East of the West il premio maggiore è andato alla regista ungherese Lili Horvath per il suo “The Wednesday Child”.

Con quest’opera prima Horvath affronta le sfide psicologiche della giovane protagonista che ha abbandonato il figlio in un orfanotrofio anche se lo va ogni tanto a trovare.

Premio al migliore documentario è andato alla regista ceca Helena Trestikova per “Mallory” dedicato alla storia di una donna emarginata. Dopo la nascita del figlio Mallory cerca disperatamente di uscire dalla droga ed abbandanare la vita per strada.

Il Premio Speciale della Giuria è andato alla pellicola austriaca “Quelli che cadono hanno le ali” di Peter Brunner. I migliori attori del Karlovy Vary sono i cechi Alena Mihulova e Krystof Hadek .